• Via E. Amari, 11 - CCIAA - Palermo
  • info@confartigianatosicilia.it
  • +39 091 611 8915
  • +39 091 816 5703

La valorizzazione della ceramica
siciliana attraverso la creazione di un marchio di origine e
qualita´, la redazione di un documento che possa regolamentare
le tecniche produttive attestanti la ´´qualita´´´ del prodotto
ceramico dell´Isola, l´istituzione delle Scuole-bottega per
formare nuove figure professionali Sono alcuni dei temi che
Confartigianato Sicilia ha presentato oggi a rappresentanti ed
imprenditori provenienti da tutta la Sicilia, intervenuti a
Caltagirone al convegno sulla ´Ceramica di qualita´ siciliana´
Ad aprire i lavori il Presidente della Federazione degli
artigiani, nonche´ coordinatore regionale di Rete Imprese Italia
Filippo Ribisi, e il coordinatore regionale del settore della
ceramica, Francesco Navanzino Nel corso della manifestazione,
che ha visto l´adesione degli assessori regionali alle Attivita´
produttive Marco Venturi, delle Politiche sociali e del lavoro
Andrea Piraino, e dei Beni culturali Sebastiano Missineo, gli
organizzatori hanno fatto riferimento all´istituzione di un
itinerario della ceramica e dell´arte che coinvolga tutta la
Sicilia con le altre citta´ della ceramica, Santo Stefano di
Camastra, Sciacca e Burgio Caltagirone si propone come capitale
di un vasto movimento che interessa tutta l´Isola e che puo´
attrarre folle di visitatori, puntando al suo patrimonio
artigianale ed artistico frutto delle mani, dell´inventiva e
della fantasia dei giovani ´´La singola impresa del comparto
ceramico fatica, rischia di morire - ha spiegato Ribisi - i vari
soggetti sociali e politici devono scegliere se limitarsi ad
assistere all´agonia progressiva del settore o se, viceversa,
provare a costruire un progetto di ´pubblica utilita´´´


Torna Indietro