• Via E. Amari, 11 - CCIAA - Palermo
  • info@confartigianatosicilia.it
  • +39 091 611 8915
  • +39 091 816 5703

Stanziati anche 27,4 milioni di euro per migliorare la viabilità attorno al viadotto della Palermo-Catania Faraone: "Ancora una volta questo governo ha dimostrato quanto sia importante la tempestività per affrontare i problemi del Paese"
di Accursio Sabella
PALERMO-- Arrivano i 30 milioni da Roma per la bretella che dovrà consentire di ridurre i disagi dopo il crollo del pilone del viadotto Himera sull´autostrada Palermo-Catania Lo ha deliberato il consiglio dei ministri terminato pochi minuti fa Insieme ai 30 milioni ecco anche 27,4 milioni per migliorare la viabilità attorno al viadotto


"Ancora una volta - dice il sottosegretario all´Istruzione Davide Faraone - questo governo ha dimostrato quanto sia importante la tempestività per affrontare i problemi del Paese Oggi in Cdm è stato riconosciuto lo stato di emergenza dei traporti in Sicilia e sono stati destinati 30 milioni per ´ricucire´ la Palermo-Catania con una bretella di collegamento provvisoria e oltre 27,4 milioni per il miglioramento della viabilità Il governo nazionale - aggiunge - fornisce risposte rapide per risolvere i disagio dei siciliani, ostaggi di un´isola tagliata a metà Adesso ognuno faccia la sua parte per migliorare la disastrosa condizione delle strade siciliane"

"L´obiettivo da oggi è più vicino, adesso bisogna rimboccarsi le maniche e lavorare affinché i collegamenti ritornino nel più breve tempo possibile alla normalità La decisione del Consiglio dei Ministri, che sblocca risorse importanti per la viabilità siciliana, è un risultato al quale abbiamo lavorato con tenacia: ringrazio il presidente del Consiglio Renzi, il ministro Delrio e il sottosegretario Faraone per aver mantenuto un impegno così importante con la Sicilia" Lo dice Baldo Gucciardi, presidente dle gruppo PD all´Ars, a proposito della decisione del Consiglio dei Ministri che sblocca 30 milioni di euro per la bretella del viadotto Himera e circa 27 milioni per le strade provinciali "Siamo ben consapevoli dei disagi che il blocco della A19 sta provocando in Sicilia a tutti i livelli - aggiunge Gucciardi - prorpio per questo il PD, il governo nazionale e il governo regionale stanno mettendo in campo ogni iniziativa utile ad accorciare i tempi e ridurre i disagi"

"E´ stato raggiunto un primo importante obiettivo, al quale il PD siciliano ha lavorato fin dal primo giorno: dopo il cedimento del viadotto Himera sulla A19, oggi il Consiglio dei Ministri ha deliberato lo stato di emergenza sbloccando 30 milioni per la realizzazione della bretella e 27,2 milioni da destinare alla sistemazione delle strade provinciali" Lo dice Fausto Raciti, segretario regionale del PD siciliano "Già all´indomani del cedimento del pilone dell´autostrada - aggiunge Raciti - durante un incontro a Roma con Cracolici, Gucciaridi e Faraone avevamo chiesto e ottenuto la presenza del ministro delle Infrastrutture Delrio, che è arrivato in Sicilia 24 ore dopo ed ha subito mostrato interesse e attenzione per questa situazione Da allora il PD siciliano ha portato avanti contatti e sollecitazioni a vari livelli, per far sì che il governo nazionale potesse mettere in campo misure urgenti per far fronte ad una situazione di giorno in giorno sempre più pesante per i siciliani Adesso - conclude Raciti - si proceda speditamente e, a livello regionale, si facciano scelte veloci e adeguate alla gravità della situazione"

"Da CdM ok a stato di emergenza in Sicilia a seguito del crollo del viadotto Himera sulla A/19 Palermo-Catania Ora subito i lavori!" Lo scrive in un tweet il ministro dell´Interno Angelino Alfano "Presto i lavori per riunire l´Isola e per eliminare disagi ai Siciliani" ha ribadito sempre su Twitter Dore Misuraca, deputato di Area Popolare (Ncd-Udc) e Responsabile nazionale degli Enti locali

Ma ai canti di lode di Ncd e Pd fa da controcanto la nota di Erasmo Palazzotto, di Sel "38 giorni per dichiarare stato d´emergenza ed alla fine stanziate solo 27mln? Almeno risparmiateci il trionfalismo" Cosi il deputato siciliano di Sinistra Ecologia e Libertà su twitter risponde a Davide Faraone e al governo Palazzotto definisce anche "Assolutamente insufficienti le risorse stanziate per la viabilità e la messa in sicurezze delle strade dell´Isola Una cifra irrisoria davanti alla condizione disastrosa in cui versano strade siciliane che avrebbero bisogno di almeno 600 milioni per interventi di normale manutenzione Questo Governo - conclude Palazzotto - si è specializzato in annunci e nella propaganda di grandi successi che in realtà sono, nel migliore dei casi, pezze messe alla buona Ed ha pure la faccia tosta di vantarsene"

Torna Indietro