• Via E. Amari, 11 - CCIAA - Palermo
  • info@confartigianatosicilia.it
  • +39 091 611 8915
  • +39 091 816 5703

La stima arriva dagli uffici dell´assessorato regionale al Territorio Ma su tutta la vicenda pesa la nomina del commissario straordinario chiamato a gestire l´emergenza decretata dal Consiglio dei ministri L´assessore ai Trasporti Giovanni Pizzo: "Non mi importa il nome, mi importa l´avvio dei lavori"
di Santi Sabella

PALERMO - I lavori per la bretella provvisoria sulla A19 potrebbero iniziare "entro le prime due settimane di giugno": entro la metà di settembre, dunque, Palermo e Catania potrebbero essere più vicine La stima arriva dagli uffici dell´assessorato regionale al Territorio, che insieme con quello alle Infrastrutture segue la vicenda del viadotto Himera Una tabella di marcia legata soprattutto agli effetti della dichiarazione dello stato di emergenza formalizzata dal Consiglio dei ministri lunedì, 38 giorni dopo il cedimento del viadotto Un riconoscimento che, oltre agli annunciati 57,4 milioni di euro, porta con sé anche un´accelerazione delle procedure La certezza su tempi e modi si avrà soltanto quando sarà emessa l´ordinanza di protezione civile, che conterrà anche il nome del commissario straordinario chiamato a gestire l´emergenza Il provvedimento potrebbe arrivare entro la prossima settimana, secondo la previsione dell´assessore al Territorio Maurizio Croce Il nodo, però, sta tutto nel nome che Palazzo Chigi intende individuare e che, secondo la prassi, dovrebbe arrivare d´intesa con Palazzo d´Orleans Una scelta che potrebbe complicarsi in virtù dei rapporti non idilliaci tra Roma e Palermo Si profila, dunque, un nuovo braccio di ferro tra l´esecutivo nazionale e il governo Crocetta? Non è detto La sensazione di Croce è che il nome sarà frutto della scelta del governo Renzi, "dal momento che i fondi per la gestione dell´emergenza - spiega - vengono solo ed esclusivamente dalle casse romane"


Insomma, la Regione non può permettersi di fare la voce grossa "Molto probabilmente - aggiunge Croce tracciando l´identikit della figura che verrà designata dal governo nazionale - si tratterà di un funzionario del ministero delle Infrastrutture" Poco interessato alle dinamiche sulla nomina del commissario si mostra, invece, il titolare dell´assessorato ai Trasporti Giovanni Pizzo "Non mi importa il nome - è il suo pensiero - mi importa solo il lavoro"

In attesa dell´ordinanza della protezione civile, intanto, gli scenari sembrano definiti: provvedimento si muoverà in tre direzioni Da un lato la previsione della demolizione e della ricostruzione del viadotto Himera, che richiederà complessivamente due anni Dall´altro la gestione dei fondi per le strade secondarie Infine, l´ordinanza riguarderà la costruzione della bretella provvisoria E qui le possibilità sono due Il provvedimento della protezione civile potrebbe prevedere l´affidamento diretto In tal caso, con il progetto dell´Anas già pronto, il commissario straordinario passerebbe all´assegnazione immediata dei lavori Se l´ordinanza dovesse arrivare tra una settimana, dunque, la ditta incaricata potrebbe insediare il cantiere entro i primi 15 giorni di giugno In base alla previsione dell´Anas, che ha stimato in tre mesi la durata dei lavori, la bretella sarebbe pronta entro la metà di settembre In alternativa all´affidamento diretto, la Protezione Civile potrebbe optare per la procedura negoziata In tal caso sarebbero necessarie circa due settimane in più

Torna Indietro