• Via E. Amari, 11 - CCIAA - Palermo
  • info@confartigianatosicilia.it
  • +39 091 611 8915
  • +39 091 816 5703

Palermo Convocati oggi l´assessore Caleca e i dirigenti: "Voglio accertare le responsabilità ma è assurdo che nessuno mi avesse avvertito dei rischi E che un solo burocrate e il suo staff gestiscano un evento del genere" Cartabellotta nel mirino Il presidente pensa a una struttura tecnica di supporto Pronto un mandato per il consulente tunisino Saami Ben AbdelaaliUna riunione straordinaria "per prendere seri provvedimenti" dopo il flop siciliano al debutto dell´Expo L´ha convocata oggi il governatore Rosario Crocetta Il presidente non nasconde la sua rabbia per il danno d´immagine arrecato alla Sicilia dai disservizi che, nei primi giorni della manifestazione, hanno lasciato il cluster biomediterraneo sporco, allagato e praticamente privo di visitatori "Credo che l´80 per cento delle responsabilità sia della società che gestisce l´organizzazione, ma il restante 20 per cento non resterà impunito", dice il governatore Ed è un chiaro atto d´accusa nei confronti del commissario unico per il cluster, il dirigente generale (ed ex assessore regionale) Dario Cartabellotta "Possibile che nessuno, alla vigilia dell´Expo, mi ha avvertito di cosa stesse accadendo? Anzi, due settimane fa mi era stato garantito che tutto era a posto Avevo nominato un esperto quale Saami Ben Abdelaali con la funzione di coordinatore delle attività legate all´esposizione ma si è dovuto tirare indietro per le gelosie della nostra burocrazia Eppure lui aveva avvertito per tempo dei rischi che si sono puntualmente concretizzati"

Dopo gli allarmi dell´assessore Nino Caleca e di Cartabellotta, la società Expo ha cominciato i lavori di sistemazione del padiglione che si è presentato al pubblico di Expo privo di segnaletica, di connessione wireless, persino di una efficace copertura antipioggia "Entro la settimana - dice Caleca - il cluster acquisirà un ruolo centrale" Ma Crocetta vuole un accertamento delle responsabilità di quanto accaduto finora e annuncia, nei fatti, una sorta di commissariamento della struttura che fa capo a Cartabellotta "Voglio capire meglio, vedere le carte Ma oggi prenderò provvedimenti" L´idea del presidente è quella di restituire pieni poteri al suo consulente tunisino, che però, dopo il trattamento ricevuto nei mesi scorsi, sarebbe perplesso In ogni caso, il governatore pensa a una struttura di supporto, da affiancare allo staff di Cartabellotta: "Impensabile che un evento del genere venga gestito da un solo burocrate e dai suoi più stretti collaboratori" Se non è un commissariamento, poco davvero ci manca

Per l´opposizione qualsiasi provvedimento, adesso, è tardivo: "Il padiglione cluster Mediterraneo all´Expo, del quale la Regione Siciliana è capofila, è nel caos assoluto Un danno d´immagine immenso per la nostra Isola, amplificato dall´importanza mondiale dell´evento Crocetta si arrabbia pubblicamente con gli organizzatori? Un´azione alquanto tardiva se non grottesca", dice Vincenzo Gibiino, membro del comitato di Presidenza di Forza Italia e coordinatore azzurro in Sicilia
EMANUELE LAURIA

Torna Indietro